Le attività connesse alla SEO per gli studi professionali

Quali sono le attività connesse alla SEO per gli studi professionali non lo abbiamo ancora spiegato. Col precedente articolo (26 febbraio 2020) ci siamo limitati ad una veloce e semplice disamina del più semplice ed ovvio dei casi relativo agli studi legali. Naturalmente l'analisi preliminare è essa stessa parte di queste attività e altro non è che il primo passo. E si intuisce come questa disamina diventi ben più articolata nella maggior parte dei casi perché strettamente correlata alle keywords per cui si desidera posizionare un sito sui motori di ricerca. 

Contattaci

 

Attività connesse alla SEO per gli studi professionali

Elenchiamo di seguito quanto prevede la SEO per uno studio professionale:

  • individuazione delle keywords:
    parrebbe semplice farlo ma insieme ad un esperto SEO è bene ponderare quali siano le parole chiave sulle quali puntare per ottenere il posizionamento desiderato principalmente su Google. Alcune keywords non sono adatte per il solo fatto di essere scontate e quindi poco corrispondenti alle ricerche che effettua la potenziale clientela dello studio. Ciò a significare che occorre tenere nella massima considerazione il target a cui ci si rivolge, il destinatario della nostra comunicazione;
     
  • analisi del posizionamento:
    naturalmente va effettuata rispetto alle keywords individuate;
     
  • analisi della concorrenza:
    una volta individuate le keywords occorre verificare il livello di concorrenza e magari anche esaminare i siti di coloro che per quelle pagine si sono posizionati nella prima pagina di Google cioè ai primi posti della SERP;
     
  • rewriting del sito:
    abbiamo già ampiamente parlato di questa attività collaterale non necessariamente estesa a tutto il sito. Trattasi di un'attività squisitamente finalizzata a superare le barriere derivanti dall'utilizzo di un linguaggio sovente troppo "tecnico", lontano dall'utente del Web che ci sta cercando. Occorre infatti integrare una terminologia ignorante con un linguaggio più affine ai motori di ricerca. Essere primi su Google è importante e occorre rispettarne le regole. Ma a poco serve se poi chi ci raggiunge non capisce quanto scriviamo cioè non si convince che noi possiamo risolvergli il problema per il quale si è messo in rete a cercare;
     
  • elaborazione di un piano editoriale:
    per sostenere la campagna SEO occorre scrivere, produrre nel tempo contenuti a sostegno delle keywords individuate e dei sinonimi di queste parole chiave. Naturalmente questi testi dovrebbero poi passare l'esame del rewriting ma il problema vero è un altro. La produzione di contenuti e il rispetto del piano editoriale con le sue tempistiche è tradizionalmente il problema maggiore che incontra un professionista, fin troppo oberato dal suo lavoro. Ma per questo esiste il ghost-writer. Chi è costui? Ve lo spieghiamo col prossimo articolo, "Il Ghostwriting per studi professionali".

C'è altro?

Ci sarebbe molto altro ancora. L'ottenimento di un buon posizionamento, per non dire il migliore, è anche frutto di artifici e tecnicismi che non vi spieghiamo perché finiremmo per compiere uno degli errori sopra descritti. Ma per questo "altro ancora" ci siamo noi, quello è il nostro mestiere.
Credeteci: vi spiegheremo tutto approfonditamente e chiaramente quando diventerete nostri clienti.

Una cosa vogliamo riaffermare: la SEO è un'attività impegnativa per la quale ci vuole determinazione e pazienza. Del resto, come voi, ci sono molti altri professionisti che ambirebbero alle prime posizioni della SERP e per quanto non siano vostri concorrenti diretti sul territorio, sul Web spesso coprono l'intera nazione. Questo non serva a scoraggiarvi: vi faccia piuttosto capire che il Web non è una bacchetta magica. Resta pur sempre il futuro.

Contattaci