Con StudiPRO 3.0 si concretizzano gli Studi Professionali 3.0, andando oltre i siti per studi professionali.

StudiPRO per avvocati, commercialisti, consulenti del lavoro, consulenti finanziari,
agenzie di interpretariato, amministratori di condominio, ecc. diventano “Avvocato 3.0”, “Commercialista 3.0”, “Consulente del Lavoro 3.0” ecc.

Gli studi professionali 3.0 non sono un’invenzione e non è solo web: il Covid dovrebbe avercene dato un’anticipazione.
E non è nemmeno un concetto astratto datosi che si può tranquillamente tradurre in un luogo fisico meno costoso perché più contenuto e meglio integrato con tutto ciò che oggi l’informatica e internet mettono a disposizione a prezzi nulli o comunque molto contenuti.
Quanti sono oggi i professionisti che potrebbero tranquillamente lavorare da uno studio ricavato nella propria abitazione, comunque incontrando la clientela in rete?

Grazie alla ventennale esperienza che Eidonet ha acquisito con gli ordini professionali, è stato possibile mettere a punto un’offerta esclusivamente tagliata sulle realtà degli studi professionali.

Per studi legali, studi di commercialisti e di consulenza del lavoro, studi di consulenti finanziari indipendenti, studi di interpretariato e di amministratori condominiali, per qualsiasi professionista Eidonet si pone oggi come il partner ideale.

Lo studio professionale 3.0 non è una nostra invenzione e non è solo web. Ecco perché StudiPRO si è evoluta diventando StudiPRO 3.0.
Ma cosa vogliamo dire quando scriviamo che “non è solo web”?

Contattaci subito! - Eidonet: Giorgio PAGANELLI
 

Ciao, sono Giorgio Paganelli 

e sono il web partner ideale per il tuo studio professionale.

Per una consulenza gratuita chiama il

349 773 2273 

oppure

Cosa non è lo studio professionale 3.0

Intendiamo dire che non si esaurisce in un sito internet per quanto sia ben strutturato ed integrato con le attività ordinarie dello studio. Tanto meno può essere associato ad una pagina Facebook o a un profilo LinkedIN, per quanto aggiornati possano essere, nemmeno quando coordinati con il sito web.

E non è nemmeno un concetto astratto dato che si può tranquillamente tradurre in un luogo fisico meno costoso perché più contenuto e meglio integrato con tutto ciò che oggi l’informatica e internet mettono a disposizione a prezzi molto contenuti se non addirittura nulli. Quanti sono oggi i professionisti che potrebbero tranquillamente lavorare in uno studio ricavato nella propria abitazione, comunque incontrando la clientela in rete (es. via Zoom o… ?).

Il Covid19 dovrebbe averci dato un’ampia anticipazione di quanto potrebbe e dovrebbe essere uno studio 3.0 e alcuni professionisti nell’emergenza lo hanno intuito. Peccato che, purtroppo, superata l’emergenza in cui noi italiani tipicamente sappiamo reagire al meglio, si abbandonino i percorsi di gestione dell’ordinario e si ritorni sui vecchi passi.

Cosa sono gli Studi Professionali 3.0

Lo studio professionale 3.0, di cui StudiPRO 3.0 fa parte a tutti gli effetti, è l’integrazione di quanto detto in precedenza con una prospettiva diversa, una visione dall’alto e più a medio-lungo termine. Comprende infatti strategie e marketing laddove per marketing intendiamo l’insieme delle strategie e delle metodologie di gestione della domanda di servizi e della comunicazione dello studio.

Siti WordPress per studi professionali Eidonet Studi PRO

Di cosa si compone

Partiamo dallo schema in figura per meglio facilitarne la comprensione.

Lo studio:

è centrale e resta il cuore della visione 3.0. Qui troviamo gli archivi documentali, la bibliografia (che oggi pure potrebbe essere prevalentemente digitale e accessibile in rete, dalla rete) a supporto dell’operato di ogni professionista, i server. Nello studio naturalmente troviamo il personale impiegato e i professionisti non necessariamente legati in maniera stanziale allo studio.
A tutto ciò fanno riferimento i servizi che qui vengono erogati.

Il sito web:

è importante che sia integrato con i servizi che lo studio eroga e che decide di rendere fruibili in internet. Non si tratta dunque solo di presentare i servizi e le consulenze. Non si tratta nemmeno di pubblicarvi periodicamente le informative che ogni professionista deve diramare per informare la propria clientela.
Il sito può essere invece utilizzato per prendere appuntamenti (agenda on line), per rendere sempre accessibile un calendario di scadenze, per dialogare con la clientela. Il sito può realizzare un punto di primo contatto con l’utenza che ha un problema e necessita di affrontarlo. Il sito diviene il fulcro dell’attività professionale perché attraverso il sito è possibile ricevere potenziali altri clienti.
Il sito è lo studio virtuale in cui far entrare l’assistito facendo sì che tutti si risparmino tempo, energie e risorse.

Infine, ma non meno importante, sul sito e attraverso il sito si realizza il marketing online, cioè la SEO.

Newsletter:

è importante informare il cliente di tutte le novità che lo riguardano. Ebbene queste notizie concernenti l’attività dello studio saranno pubblicate sul sito in appositi spazi informativi. Ma di queste pubblicazioni occorrerà informare il cliente e questo può avvenire in maniera pressoché automatica per l’utenza registrata al sito. Naturalmente l’attività di newslettering presuppone che degli assistiti si abbia un indirizzo di posta elettronica.

Social per studi professionali 3.0:

ovviamente parliamo di Facebook, di LinkedIN ma anche di YouTube. In teoria basterebbe LinkedIN nel mondo del lavoro ma in Italia FB si impiega anche per rappresentare un professionista. Peccato che tanti pensino di poter sostituire con la pagina FB un sito perché questa almeno è gratis. Vaglielo a spiegare a questi che stanno compiendo un errore piuttosto grave, equiparabile a ricevere la clientela al bar durante l’happy hour perché il bar con il wireless è il loro ufficio.
Ma andiamo oltre: i social devono essere impiegati per sostenere l’attività informativa dello studio e per promuoverne eventuali nuovi servizi. Tutto rimandando al sito, con link al sito o ad apposite landing page.

Web app:

stiamo parlando per lo più di open source, cioè di programmi a costo ZERO che raramente necessitano di essere acquisiti per motivi professionali. Tuttavia in questi casi i costi sono sempre piuttosto contenuti.
Ma cosa fanno questi programmi, come si chiamano?
Noi ne abbiamo elencati alcuni tra i più noti (es. Zoom) ma siamo certi ormai che ne esistano molti altri più o meno specializzati sulle diverse vostre esigenze. Di fatto questi sono applicativi che rispondono in primis all’esigenza di incontrare persone in contesti professionali. Rendono possibili le call conference che possono però essere anche video conference tra persone o gruppi anche diversi tra loro geograficamente collocati in luoghi diversi. E rendono possibili anche le registrazioni di questi incontri in modo tale da rendere l’incontro disponibile anche successivamente laddove necessario.
Alcuni di questi programmi restituiscono la possibilità di videoregistrare quanto facciamo e diciamo al nostro PC catturando lo schermo del nostro computer. Capite bene come questa possibilità possa essere utilizzata per creare tutorial ad uso e consumo della clientela. Ma anche le informative dello studio potrebbero essere create con queste App, con la creazione di un sommario breve ma esaustivo, tutto finalizzato ad incrementare la percentuale degli effettivi lettori delle circolari. E tutto regolarmente pubblicato sul sito magari con principi di visibilità controllata, protetta o mirata.

L’integrazione negli Studi Professionali 3.0

Dunque l’idea degli studi professionali 3.0 è legata ad una concezione di forte integrazione tra realtà attuale e mondo internet, che comporta una rivisitazione dei processi di gestione del cliente dalla sua presa in carico fino all’effettiva erogazione del servizio. E questo nell’ottica di un’ottimizzazione delle risorse con conseguente risparmio di tempo. Capite bene che piccole realtà potrebbero davvero costruirsi uno studio in casa appoggiandosi ad una struttura fisica esterna, una sede opportunamente concepita, magari solo per taluni appuntamenti, magari condividendola con altri professionisti anche solo per condividere le spese.
Quanti scenari si potrebbero aprire con lo studio 3.0 se solo si cominciasse a esplorare questo nuovo oceano.

Il marketing strategico:

Ma non è tutto qui. Tutto quanto scritto deve essere ricollocato in un contesto più ampio, una visione dall’alto che tenga conto della missione e dei valori del professionista, di quello che effettivamente lo diversifica dagli altri e di quello che fa. Tutto questo deve essere trasmesso alla potenziale clientela nella maniera più efficace possibile.

Esiste il buon vecchio passaparola, lo sappiamo. Ma non è più sufficiente perché man mano che le nuove generazioni avanzano si fa sempre più diffuso l’utilizzo della rete per cercare i professionisti di cui necessitiamo, siano essi avvocati che consulenti del lavoro o commercialisti o…
E qui ritorniamo alla SEO, attività principale del web marketing. Che rientra a sua volta in una concezione nuova di marketing strategico.

Ricordate? Lo avevamo definito “strategie e metodologie di gestione della domanda di servizi e della comunicazione dello studio”: questo è. Non solo gestione della domanda di servizi attraverso una comunicazione mirata e efficace ma anche metodologia. Cambia il modo di ricercare nuova clientela e cambia il modo di gestirne il primo contatto. Cambia anche il modo di gestire l’assistito. Fondamentalmente cambia l’organizzazione delle attività ordinarie dello studio e questo coinvolge tanto il professionista che i suoi impiegati.

Siti per studi professionali StudiPRO

Cosa fa StudiPRO 3.0 by Eidonet
per gli Studi Professionali 3.0

Cosa fa StudiPRO per uno studio professionale 3.0?
Anzitutto si evolve e diviene StudiPRO 3.0. L’idea di StudiPRO 3.0 non è più solo legata allo sviluppo di siti Web professionali WordPress che siano preposti alla forte integrazione appena descritta. StudiPRO 3.0 si propone di assistere e sostenere il professionista nella costruzione di uno studio 3.0, concepito come abbiamo descritto, fornendo il supporto necessario nell’affrontare ognno dei punti focali evidenziati nello schema riportato in figura. StudiPRO 3.0 si propone di creare una nuova cultura, più aperta, fleussibile ed agile, pronta a recepire l’innovazione. Perché è possibile aiutare chi vuole lavorare meglio a farlo, magari contenendo maggiormente i costi dell’attuale esercizio. Perché è possibile ridurre i casi di parassitismo del nostro tempo. Perché è possibile aiutare chi sta avviando la propria attività facendogli contenere significativamente i costi e aprendogli la possibilità di accedere a più clienti più velocemente.

In uno studio professionale 3.0 ci sono solo opportunità. Ma se è vero che è sempre possibile tornare ai modelli tradizionali (sito vetrina, marketing del passaparola, newsletter con circolari chilometriche, grandi sedi per una rappresentanza d’impatto, ecc.) è pur vero che doversi adattare un domani anziché cavalcare l’onda ora potrebbe essere una scelta abbastanza controproducente, per non dire “decadente”.

Vieni a scoprire tutte le soluzioni StudiPRO!